giovedì, 16 Maggio , 24

Resiliente, verde e accessibile, ecco l’ospedale del futuro

(Adnkronos) - Sostenibile, verde, accessibile, con...

Efsa: Psa, notevole aumento dei casi nei suini in Ue nel 2023

AttualitàEfsa: Psa, notevole aumento dei casi nei suini in Ue nel 2023

Quintuplicati focolai in suini domestici rispetto 2023
Roma, 16 mag. (askanews) – Nel 2023 ben 14 Stati membri dell’UE sono stati interessati dalla peste suina africana (PSA), che, in rapporto all’anno precedente, ha visto quintuplicare i focolai infettivi nei suini domestici. Lo si legge nella relazione epidemiologica annuale dell’Efsa, pubblicata oggi.
Per i suini domestici nel 2023 si è registrato il più alto numero di focolai di PSA dal 2014. Croazia e Romania hanno notificato il 96% del numero totale di focolai (1 929).
Nel 2023 il numero di focolai nei cinghiali è aumentato del 10% rispetto all’anno precedente. Il virus fu introdotto per la prima volta in Svezia e Croazia diffondendosi poi a nuove aree in Italia. Riapparve anche in Grecia dopo una pausa di due anni. La Germania, l’Ungheria e la Slovacchia hanno visto migliorare la situazione epidemiologica nei loro Paesi, con una diminuzione del numero di focolai nei cinghiali selvatici.
Gli esperti dell’Efsa raccomandano di dare priorità alla sorveglianza passiva, compresa la ricerca e l’analisi delle carcasse di cinghiale, piuttosto che alla sorveglianza attiva, compresa l’analisi dei cinghiali cacciati per individuare i focolai di PSA. Nell’ottobre 2024 l’Efsa emanerà anche un parere scientifico che rivedrà i fattori di rischio per la comparsa, la diffusione e la persistenza del virus della PSA nelle popolazioni di cinghiali selvatici e nei suini domestici.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles