martedì, Febbraio 27, 2024

Nato, servizi Svezia: “atteggiamento Russia sempre più aggressivo”

Sapo: possono essere minaccia anche “scambi universitari” Stoccolma,...

Ex Ilva, Urso: rilancio e avvio procedure per nuovi investitori

Cambiare politica siderurgica europea Roma, 27 feb. (askanews)...

Cina, ampliata ulteriormente normativa sul segreto di stato

Creerà nuove incertezze tra gli investitori stranieri Roma,...

Ex Ilva, Urso: Taranto è sfida lavoro e industria italiana

Insieme per invertire rotta, darò e chiedo...

Famiglie degli ostaggi in marcia da Tel Aviv a Gerusalemme per un accordo

video newsFamiglie degli ostaggi in marcia da Tel Aviv a Gerusalemme per un accordo

A piedi diretti verso l’ufficio del primo ministro Netanyahu

Roma, 14 nov. (askanews) – E’ partita da Tel Aviv la marcia dei parenti degli ostaggi nella mani da Hamas per raggiungere a piedi l’ufficio del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu a Gerusalemme. Un’iniziativa per sollecitare il governo ad agire per il loro rilascio e chiedere un confronto per capire come mai non sia ancora stato raggiunto un accordo.Secondo l’esercito israeliano sono 240 le persone ancora in ostaggio, dall’attacco di Hamas del 7 ottobre scorso, e tra loro ci sarebbero almeno 30 bambini. Il primo ministro Netanyahu finora ha insistito che non ci sarà un cessate il fuoco più ampio fino al rilascio degli ostaggi, ma il Qatar sta mediando i colloqui e anche il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è detto “fiducioso” su questa possibilità.Un portavoce dell’ala militare di Hamas ha dichiarato che un possibile accordo comporterebbe il rilascio di 100 ostaggi israeliani in cambio di 200 bambini palestinesi e 75 donne detenuti nelle prigioni israeliane.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles