martedì, 21 Maggio , 24

La Cina aprirà accademie per coltivare talenti nell’IA

AttualitàLa Cina aprirà accademie per coltivare talenti nell'IA

Spinta di Pechino nella gara alle tecnologie più avanzate
Roma, 21 mag. (askanews) – La Cina aprirà accademie per l’intelligenza artificiale a Shanghai e Pechino per coltivare i talenti necessari alla crescita dell’industria dell’intelligenza artificiale e per attirare talenti stranieri. Il Ministero dell’Istruzione, responsabile delle accademie, promuoverà la creazione di ulteriori istituti in altre province, ha dichiarato Zhu Songchun, membro della Conferenza consultiva politica del popolo cinese (CCPPC) e preside della Scuola di Scienze e Tecnologia dell’Intelligenza dell’Università di Pechino, secondo quanto riporta il South China Morning Post.
“[Dovremmo] rivitalizzare la comunità accademica e intensificare gli sforzi per attrarre talenti internazionali”, ha dichiarato Zhu, secondo un resoconto pubblicato dal quotidiano CCPPC Daily, organo di stampa del massimo organo consultivo politico della Cina. “L’intelligenza artificiale è in prima linea nella competizione tecnologica globale e presenta sia sfide che opportunità per la qualità della popolazione cinese, il mercato del lavoro, la riforma educativa e l’innovazione tecnologica”.
L’articolo non specifica quando le accademie di IA saranno aperte.
Zhu – che ha conseguito un dottorato presso l’Università di Harvard era in precedenza un esperto pluripremiato di visione artificiale presso l’Università della California a Los Angeles ed è tornato in Cina per dirigere il suo Istituto di Intelligenza Artificiale dal 2020 – ha affermato che la Cina dovrebbe garantire agli esperti e agli studenti stranieri di IA lo stesso trattamento imparziale riservato ai cittadini cinesi, se vivono e cercano lavoro in Cina. Ha anche suggerito di utilizzare fondazioni private per attrarre talenti globali in ambito IA. Ha inoltre raccomandato di costruire un “indice di vitalità dell’innovazione” e di ampliare l’insegnamento dell’IA già introdotto in alcune università cinesi, integrando la formazione in IA con altre discipline per gli studenti universitari, sempre secondo il rapporto.
Il vice ministro della scienza e della tecnologia Long Teng ha risposto sul quotidiano CCPPC Daily che la Cina promuoverà gli scambi di talenti internazionali in campi tra cui l’IA, e creerà standard per riconoscere i talenti stranieri “di alto livello, all’avanguardia e urgentemente necessari”. Ha inoltre detto che la Cina ha lavorato per creare e attuare politiche per promuovere i talenti con un focus su aree chiave come l’IA.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles