mercoledì, 15 Maggio , 24

Le sfide territoriali della Sanità, a Bari incontro Uap: “Adeguare tariffe e chiarire ruolo farmacie”

PoliticaLe sfide territoriali della Sanità, a Bari incontro Uap: “Adeguare tariffe e chiarire ruolo farmacie”

ROMA – Il 13 maggio a Bari si è tenuto – con grande successo – l’interessante incontro sui temi della sanità accreditata, che ha visto la partecipazione delle maggiori associazioni di categoria rappresentative degli ambulatori, poliambulatori, enti ed ospedalità privata, unite sotto la sigla U.A.P., alla presenza – tra gli altri – del sottosegretario alla Salute, Marcello Gemmato.

L’U.A.P. (Unione nazionale ambulatori, poliambulatori, enti e ospedalità privata), rappresentativa di più di 8.000 strutture sanitarie a livello nazionale, ha sottolineato l’importanza della medicina del territorio, focalizzando l’attenzione – in particolare – sul nomenclatore tariffario di specialistica ambulatoriale, sulla necessità di avere tariffe adeguate alla qualità dei servizi erogati, nonchè equità autorizzativa delle linee guida nazionali nell’erogazione dei servizi sanitari da parte delle farmacie, in cui non c’è nessuna chiarezza a livello legislativo. A tal riguardo, infatti, è stato rilevato come il D.D.L. Semplificazioni non applichi per le farmacie il D.Lgs. n. 502/1992 e tutta la disciplina normativa nazionale e regionale in materia di procedure per le autorizzazioni allo svolgimento dell’attività sanitaria, da anni invece in vigore per tutte le strutture sanitarie, impedendo così il mantenimento degli standard di qualità richiesti dalla legge in favore dei cittadini.

È stata quindi a gran voce richiesta chiarezza soprattutto sul ruolo che si vuole attribuire alle farmacie.
U.A.P. ha già elaborato da circa un mese un proprio nomenclatore, che ha presentato, e per il quale ha ribadito la necessità di avere al più presto un tavolo di confronto (già richiesto il 29 aprile u.sc.) con il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti, con il Capo di Gabinetto, Marco Mattei, con il Direttore Generale dell’Agenas, Domenico Mantoan, con il Capo dell’Ufficio legislativo, Massimo Lasalvia, e con il Ragioniere Generale dello Stato, Biagio Mazzotta, per fare chiarezza e presentare progetti concreti per una medicina di territorio sana e di qualità che ponga il cittadino al centro dell’attenzione, erogata dalla sanità privata accreditata, che eroga un servizio pubblico proprio come le strutture ospedaliere.

La Presidente di U.A.P., Dott.ssa Mariastella Giorlandino, ha ringraziato gli organizzatori, tra cui Aldo Allegretti di Confapi, i politici presenti, tra cui il Sottosegretario Marcello Gemmato, che ha prestato particolare attenzione alle richieste presentate, nonché tutte le associazioni di categoria presenti: per Feder Anisap il Presidente Valter Rufini, per Anmed Elisa Interlandi, per AIOP nazionale Filippo Leonardi, per Confapi Salute il Presidente Nazionale Michele Colaci, per A.I.S.I. Giovanni Onesti, nonché Leonardo Giangrande vicario di Confcommercio Puglia, Filippo Anelli Presidente Nazionale dell’Ordine dei Medici Chirughi e degli Odontoiatri, Nunzio Cirulli Presidente della consulta specialisti ENPAM, Maurizio Durini Presidente dell’Ordine dei Biologi di Puglia e Basilicata, Giuseppe Ciracì Presidente nazionale SBV e consigliere dell’ordine dei medici, il Dott. Pier Paolo Polizzi Segretario Generale Fenaspat, la Dott.ssa Elisabetta Argenziano Presidente Nazionale SNABILP Federbiologi, Rocco Lovero, Presidente Nazionale ANDIAR, e tante altre autorità presenti all’incontro, che hanno raggruppato più di 500 referenti di strutture sanitarie a livello nazionale. Il grande successo di U.A.P. ha mostrato ancora una volta la necessità di procedere uniti e compatti per fare chiarezza ed elaborare progetti per una sanità professionale, organizzata e chiara nel prossimo futuro.

L’articolo Le sfide territoriali della Sanità, a Bari incontro Uap: “Adeguare tariffe e chiarire ruolo farmacie” proviene da Agenzia Dire.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles