martedì, Febbraio 27, 2024

Cina, aziende straniere non lasciano ma investono meno

Sondaggio AmCham: ottimismo tra compagnie cinesi, meno...

Malattie rare, Zecca conia moneta celebrativa per i 25 anni di UNIAMO

Sarà presentata ufficialmente il 29 febbraio (Giornata...

Stoltenberg: la Nato non ha piani per l’invio di truppe in Ucraina

Dall’Alleanza “sostegno senza precedenti” a Kiev Roma, 27...

Bari, Decaro: comprare voti cappio al collo della democrazia

“Quando mi sono candidato ho fatto due...

Mattarella: conseguenze reazione Israele su civili ostacolano pace

video newsMattarella: conseguenze reazione Israele su civili ostacolano pace

“Chi ha sofferto tentativo di cancellazione non neghi diritto a Stato”

Roma, 26 gen. (askanews) – Durante la cerimonia per la Giornata della Memoria al Quirinale il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha parlato della guerra in Medioriente, sottolineando che le conseguenze sui civili palestinesi aumentano le difficoltà per raggiungere la pace.”Guardiamo a Israele come Paese a noi vicino e pienamente amico, oggi e in futuro, per condivisione di storia e di valori. Siamo e saremo sempre impegnati per la sua sicurezza. Sentiamo crescere in noi, di giorno in giorno, l’angoscia per gli ostaggi nelle mani crudeli di Hamas”, ha detto, aggiungendo che “l’angoscia sorge anche per le numerose vittime tra la popolazione civile palestinese nella striscia di Gaza. Anzitutto per l’irrinunziabile rispetto dei diritti umani di ciascuno, ovunque. E anche perché una reazione con così drammatiche conseguenze sui civili, rischia di far sorgere nuove leve di risentimenti e di odio, può accrescere gli ostacoli per il raggiungimento di una soluzione capace di assicurare pace e prosperità in quella regione, così centrale nella storia dell’umanità e così martoriata”.”Coloro che hanno sofferto il turpe tentativo di cancellare il proprio popolo dalla terra sanno che non si può negare a un altro popolo il diritto a uno Stato”, ha sottolineato.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles