venerdì, Febbraio 23, 2024

La Roma passa ai rigori, Feyenoord ko

Giallorossi agli ottavi di Europa League, domani...

Riciclo, Industrial Deal e Green Deal al centro della nuova Europa

Il messaggio dall’incontro WEC Italia – Globe...

Maggioranza divisa boccia terzo mandato, Lega: non è finita qui

Ciriani: meglio se avessero ritirato. Pd vota...

Milano, a dicembre ingressi in Area B e C calati su dicembre 2022

AttualitàMilano, a dicembre ingressi in Area B e C calati su dicembre 2022

È quanto emerge dal rapporto mensile dell’Amat

Milano, 30 gen. (askanews) – Meno ingressi in Area B e Area C, più accessi al trasporto pubblico e ai parcheggi di interscambio, boom delle biciclette in sharing. È quanto emerge dal rapporto di dicembre 2023 di Amat che mensilmente analizza i trend della mobilità e l’efficacia delle azioni intraprese per tutelare la salute e migliorare le condizioni di vita dei milanesi e di tutti coloro che lavorano o studiano in città. Rispetto ai dati di dicembre 2022, si può notare un calo generalizzato degli ingressi. In Area B del 7,08%, che si accentua dal lunedì al venerdì (-10,41%). Per Area C, la diminuzione è del 6,40%, che sale al (-6,54%) se si contano solo i giorni lavorativi.

Area B, nata per tutelare la salute dei cittadini e con l’obiettivo principale di limitare l’accesso ai veicoli maggiormente inquinanti per dare un contributo alla riduzione delle emissioni, ha già dimostrato di aver prodotto un cambiamento nel parco auto circolante in città. Dalle analisi di Amat, che generalmente vengono effettuate con cadenza annuale, emerge che i veicoli diesel, considerati maggiormente inquinanti, che entrano nella Ztl sono diminuiti dell’8% dall’ottobre 2022 al giugno 2023 (passando dal 40% al 32%). Sono invece aumentate le auto elettriche e ibride che complessivamente passano dal 10% al 16%. Nello stesso arco temporale sono state rilevate anche modifiche nella classe euro dei veicoli diesel: i diesel Euro 4 sono passati dall’8% al 4% e gli Euro 5 dal 26% al 16%.

Sono positivi anche i numeri che fotografano l’accesso ai parcheggi di interscambio e l’uso del trasporto pubblico. I parcheggi vedono un aumento generalizzato del 4,78%, con una media del 3,49% nel corso della settimana che si alza notevolmente nelle giornate di sabato (+32,89%) e domenica (+24,97%), forse frutto di un progressivo cambio di abitudine che porta gli automobilisti a lasciare l’auto fuori dal centro per proseguire il viaggio con i mezzi pubblici. L’uso del TPL, infatti, aumenta di pari passo: +6,64%, con un incremento del 5,01% dal lunedì al venerdì, che arriva a percentuali vicine o superiori al venti per cento nel fine settimana (+20,94% il sabato e 17,78% la domenica).

Le informazioni raccolte sull’utilizzo dei mezzi in sharing segnalano un aumento delle auto (+3,28%) e una diminuzione degli scooter (-7,36%) che si associa ad una riduzione più contenuta dei monopattini (-4,04%) e un exploit delle biciclette (+29,58%). Il forte sbilanciamento a favore delle biciclette potrebbe essere temporaneo e legato all’esito del nuovo bando per bici e monopattini in sharing. La diminuzione degli operatori di monopattini potrebbe aver spinto gli utenti dei servizi non più operativi ad utilizzare l’abbonamento, ancora in vigore, per le biciclette.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles