sabato, Febbraio 24, 2024

Roma, don Ciotti torna al campo “don Pino Puglisi” a Montespaccato

“Istruzione, sport e cultura fondamentali per sconfiggere...

Schlein replica su terzo mandato, minoranza Pd insiste: chiarimento

Nardella: “Tema ancora aperto” Roma, 23 feb. (askanews)...

Rockin’1000 for Romagna, sold out l’evento per le zone alluvionate

video newsRockin'1000 for Romagna, sold out l'evento per le zone alluvionate

A Cesena la più grande band al mondo con brani cult rock

Roma, 31 lug. (askanews) – Si è tenuto all’Orogel Stadium Dino Manuzzi di Cesena il Rockin’1000 for Romagna, evento di raccolta fondi per le province di Forlì-Cesena e Ravenna e i territori colpiti dall’alluvione dello scorso maggio.Una tappa sold out per la più grande band al mondo che è “ritornata a casa” per un concerto fatto in Romagna, per la Romagna, dopo aver suonato nei più importanti stadi internazionali, dal Brasile a Spagna, Francia e Germania.Mille musicisti hanno invaso lo stadio e hanno iniziato a posizionarsi accanto al proprio strumento per dare il via alla serata evento: in due ore di show si sono ripercorse le canzoni che hanno fatto la storia della musica rock. On stage 250 batteristi, 250 bassisti, 300 chitarristi, 45 tastieristi e oltre 200 voci che hanno infiammato lo stadio di Cesena. In scaletta, oltre alle leggendarie canzoni “How we roll”, “Bohemian Rhapsody” e “Learn to Fly”, anche una dedica speciale verso la terra emiliana con “Romagna Mia”, che per l’occasione ha assunto un significato di solidarietà.L’evento è stato presentato e guidato da Lodovica Comello e i due direttori d’orchestra Rodrigo D’Erasmo, membro degli Afterhours nonché produttore, compositore e musicista, e Daniel Plentz, polistrumentista, produttore brasiliano e già volto noto ai concerti Rockin’1000. On stage anche Moreno “Il biondo” Conficconi, simbolo della scena romagnola, ed Enrico “Drigo” Salvi, il chitarrista solista dei Negrita. Diodato è stato lo special guest. Attualmente impegnato con il “Così speciale summer tour”, ha partecipato all’iniziativa benefica prestando la sua voce e il suo sound ai 1000 musicisti che hanno suonato con lui un originale medley dei Radiohead sulle note di Just e Paranoid Android realizzato per l’occasione.Rockin’1000 è nato dal sogni di Fabio Zaffagnini, geologo marino, di portare la sua band preferita, i Foo Fighters, in Italia. Per farlo, ha realizzato un enorme concerto composto da 1000 appassionati di rock e della band americana che suonano e cantano simultaneamente “Learn to fly”. Il video su YouTube è diventato virale, oggi conta 62 milioni di views, ha fatto il giro del mondo fino ad arrivare ai Foo Fighters, che si sono poi esibiti per la prima volta a Cesena. Da quel momento, Rockin’1000 si è esibita in diversi stadi in Italia e all’estero, diventando a tutti gli effetti la “rock band più grande del mondo”. Il fenomeno è tornato dove tutto è cominciato per sostenere le popolazioni e le province così duramente colpite dalle alluvioni.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles