giovedì, Aprile 25, 2024

Europarlamento approva direttiva Ue contro violenza di genere

Armonizza definizioni reati, ma resta stupro basato...

Autogol Lega su Autonomia, assente manda sotto maggioranza. E’ caos

Opposizione attacca Presidente Commissione. Tajani chiede impegni...

Vino, dal 27 al 29 aprile a Città di Castello va in scena “Only Wine”

Tante novità al Salone dei giovani produttori...

Imprese, CNA Federmoda: una su due prevede fatturato in calo nel 2024

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano...

Woltair debutta in Italia per una nuova transizione energetica

video newsWoltair debutta in Italia per una nuova transizione energetica

L’approccio coinvolgerà clienti, installatori e produttori

Milano, 07 nov. (askanews) – Woltair sbarca in Italia. Dopo la nascita in Repubblica Ceca nel 2018 e l’approdo in Polonia e Germania, adesso la tech company specializzata in soluzioni per l’efficienza energetica ha deciso di puntare forte sullo Stivale. Con il suo marketplace specializzato in sistemi e prodotti per la trasformazione energetica e un modello di business inedito, nell’ultimo periodo ha visto impennare le proprie quotazioni attirando anche la vicinanza di investitori di primissimo livello: 37 milioni di investimenti totalizzati ad oggi e il sostegno di fondi americani come Fifth Wall e The Wesley Group che ne fanno un player solido e affidabile nel settore. A Milano presentato il progetto per l’Italia, con l’obbiettivo chiaro di portare la transizione energetica nelle case di tutti gli italiani. Abbiamo parlato, infatti, con Emna Neifar, Country Manager di Woltair Italia: “Abbiamo deciso di venire in Italia dopo una serie di valutazioni economiche e politiche. Da un lato l’Italia ha un grande storico nel mondo dell’edilizia, nel mondo degli impianti, ha anche un parco di case abbastanza ricco che però hanno un’opportunità per noi ma di fatto un limite visto che tante classi energetiche sono ancora indietro. Il 54% delle case in Italia sono ‘F’ o peggio. Dall’altra parte ci sono delle ambizioni importanti, ambizioni europee che l’Italia ha adottato in pieno l’anno scorso. La crescita di pompe di calore ha raggiunto il mezzo milione di unità l’anno scorso ed è una crescita anno su anno che ha superato il 30%. Inoltre in Italia ci sono degli incentivi interessanti e c’è quindi una volontà politica di andare verso questo piano europeo che entro il 2030 vorremmo eliminare tutta la parte di riscaldamento alimentato da fonti fossili”. Un approccio inedito che coinvolge tutti, dal consumatore al produttore passando per gli installatori. La sfida è inserirsi in un mercato con logiche tradizionali e radicate, allo scopo di accelerare e digitalizzare tutti i passaggi della filiera. Ed è proprio l’innovazione tecnologica una delle peculiarità e dei punti di forza di Woltair. Come sottolinea Giuseppe Masciale, Marketing Manager Woltair Italy: “L’ambizione di Woltair è quella di digitalizzare un mercato che da sempre è legato ad una visione analogica, ed è molto frammentato. Vogliamo che ci sia un unico operatore che segua tutta la filiera, sia lato tecnici quindi dando supporto a tutti gli installatori attraverso la nostra piattaforma intuitiva; dall’altro supportare anche il cliente attraverso la stessa piattaforma grazie al nostro calcolatore, rispondendo ad alcune domande, l’utente ottiene l’offerta con prodotti e brand potendo comparare il prezzo ed anche il risparmio in termini di consumo energetico e CO2”. E i numeri sono quelli di una realtà importante: 350 esperti di settore, 4000 interventi effettuati e una risorsa, la Woltair Academy, per fornire sostegno e formazione ai professionisti del settore termico. Le referenze anche, con l’inserimento tra le più promettenti start-up del prestigioso programma Deloitte Technology Fast 50. Woltair corre veloce, ed è pronta a farlo anche in Italia.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles